Salute del gruppo target - Elastic Load Balancing

Le traduzioni sono generate tramite traduzione automatica. In caso di conflitto tra il contenuto di una traduzione e la versione originale in Inglese, quest'ultima prevarrà.

Salute del gruppo target

Per impostazione predefinita, un gruppo target è considerato sano purché abbia almeno un obiettivo sano. Se disponi di una flotta numerosa, avere un solo bersaglio sano al servizio del traffico non è sufficiente. È invece possibile specificare un numero minimo o una percentuale di obiettivi che devono essere integri e quali azioni intraprende il load balancer quando gli obiettivi integri scendono al di sotto della soglia specificata. Ciò migliora la disponibilità.

Azioni statali non salutari

È possibile configurare soglie integre per le seguenti operazioni:

  • Failover DNS: quando i target sani in una zona scendono al di sotto della soglia, contrassegniamo gli indirizzi IP del nodo di load balancer per la zona come non integri nel DNS. Pertanto, quando i client risolvono il nome DNS del load balancer, il traffico viene indirizzato solo verso zone sane.

  • Failover del routing: quando i target integri in una zona scendono al di sotto della soglia, il load balancer invia il traffico a tutti gli obiettivi disponibili per il nodo di load balancer, compresi i target non integri. Ciò aumenta le possibilità che una connessione client abbia successo, specialmente quando gli obiettivi non superano temporaneamente i controlli di integrità e riduce il rischio di sovraccaricare gli obiettivi sani.

Requisiti e considerazioni

  • Se si specificano entrambi i tipi di soglie per un'azione (conteggio e percentuale), il load balancer esegue l'azione quando viene superata una delle soglie.

  • Se si specificano delle soglie per entrambe le azioni, la soglia per il failover DNS deve essere maggiore o uguale alla soglia per il failover del routing, in modo che il failover DNS avvenga con o prima del failover di routing.

  • Se specifichi la soglia in percentuale, calcoliamo il valore in modo dinamico, in base al numero totale di obiettivi registrati presso i gruppi target.

  • Il numero totale di target dipende dal fatto che il load balancer tra zone sia attivo o disattivato. Se il bilanciamento del carico tra zone è disattivato, ogni nodo invia il traffico solo agli obiettivi nella propria zona, il che significa che le soglie si applicano separatamente al numero di obiettivi in ciascuna zona abilitata. Se il bilanciamento del carico tra zone è attivo, ogni nodo invia traffico a tutti gli obiettivi in tutte le zone abilitate, il che significa che le soglie specificate si applicano al numero totale di obiettivi in tutte le zone abilitate. Per ulteriori informazioni, consulta load balancer su più zone.

  • Con il failover DNS, rimuoviamo gli indirizzi IP per le zone malsane dal nome host DNS per il load balancer. Tuttavia, la cache DNS del client locale potrebbe contenere questi indirizzi IP fino alla scadenza del time-to-live (TTL) nel record DNS (60 secondi).

  • Quando si verifica un failover DNS, ciò influisce su tutti i gruppi target associati al load balancer. Assicurati di disporre di una capacità sufficiente nelle zone rimanenti per gestire questo traffico aggiuntivo, soprattutto se il bilanciamento del carico tra zone è disattivato.

  • Con il failover DNS, se tutte le zone di load balancer sono considerate malsane, il load balancer invia il traffico a tutte le zone, comprese le zone malsane.

  • Esistono fattori diversi dal fatto che ci siano abbastanza obiettivi sani che potrebbero portare al failover del DNS, come lo stato della zona.

Esempio

Nell'esempio seguente viene illustrato come vengono applicate le impostazioni relative allo stato del gruppo target.

Scenario
  • Un load balancer che supporta due zone di disponibilità, A e B

  • Ogni zona di disponibilità contiene 10 obiettivi registrati

  • Il gruppo target ha le seguenti impostazioni di salute del gruppo target:

    • Failover DNS: 50%

    • Failover di routing: 50%

  • Sei obiettivi falliscono nella zona di disponibilità B

Se il bilanciamento del carico tra zone è disabilitato
  • Il nodo load balancer in ogni zona di disponibilità può inviare traffico solo ai 10 target nella sua zona di disponibilità.

  • Ci sono 10 obiettivi sani nella Zona di disponibilità A, che soddisfano la percentuale richiesta di obiettivi sani. Il load balancer continua a distribuire il traffico tra i 10 obiettivi sani.

  • Esistono solo 4 obiettivi integri nella Zona di disponibilità B, che rappresenta il 40% degli obiettivi per il nodo di bilanciamento del carico nella Zona di disponibilità B. Poiché si tratta di una percentuale inferiore alla percentuale richiesta di obiettivi integri, il load balancer esegue le seguenti azioni:

    • Failover DNS: la zona di disponibilità B è contrassegnata come non integra nel DNS. Poiché i client non sono in grado di risolvere il nome del load balancer nel nodo di load balancer nella Zona di disponibilità B e la zona di disponibilità A è integra, i client inviano nuove connessioni alla Zona di disponibilità A.

    • Failover di routing: quando nuove connessioni vengono inviate esplicitamente alla Zona di disponibilità B, il load balancer distribuisce il traffico a tutti gli obiettivi nella Zona di disponibilità B, compresi i target non integri. In questo modo si evitano interruzioni tra i restanti obiettivi sani.

Se il bilanciamento del carico tra zone è abilitato
  • Ogni nodo di load balancer può inviare traffico a tutti i 20 target registrati in entrambe le zone di disponibilità.

  • Esistono 10 obiettivi sani nella Zona di disponibilità A e 4 obiettivi sani nella Zona di disponibilità B, per un totale di 14 obiettivi sani. Si tratta del 70% degli obiettivi per i nodi di load balancer in entrambe le zone di disponibilità, il che soddisfa la percentuale richiesta di obiettivi integri.

  • Il load balancer distribuisce il traffico tra i 14 target sani in entrambe le zone di disponibilità.

Modify target group (Impostazioni dello stato target)

Puoi modificare le impostazioni di salute del gruppo target per il tuo gruppo target come segue.

Come modificare le impostazioni dell'integrità del gruppo di destinazione tramite la console
  1. Aprire la console Amazon EC2 all'indirizzo https://console.aws.amazon.com/ec2/.

  2. Nel pannello di navigazione, in Load Balancing del carico, scegliere Target Groups Groups (Gruppi di destinazione).

  3. Scegli il nome del gruppo di destinazione per aprirne la pagina dei dettagli.

  4. Nella scheda Attributi, scegli Modifica.

  5. Controlla se il bilanciamento del carico tra zone è abilitato o disabilitato. Aggiorna questa impostazione secondo necessità per assicurarti di avere una capacità sufficiente per gestire il traffico aggiuntivo in caso di guasto di una zona.

  6. Espandi i requisiti sanitari del gruppo Target.

  7. Per il tipo di configurazione, ti consigliamo di scegliere la configurazione unificata, che imposta la stessa soglia per entrambe le azioni.

  8. Per i requisiti dello stato in salute, eseguire una delle operazioni seguenti:

    • Scegli Conteggio minimo di obiettivi sani, quindi inserisci un numero compreso tra 1 e il numero massimo di obiettivi per il tuo gruppo target.

    • Scegli Percentuale target minima sana, quindi inserisci un numero compreso tra 1 e 100.

  9. Sceglie Save changes (Salva modifiche).

Per modificare le impostazioni di salute del gruppo target utilizzandoAWS CLI

Utilizza il comando modify-target-group-attributes. L'esempio seguente imposta la soglia di integrità per entrambe le azioni in stato di malsalute al 50%.

aws elbv2 modify-target-group-attributes \ --target-group-arn arn:aws:elasticloadbalancing:region:123456789012:targetgroup/my-targets/73e2d6bc24d8a067 \ --attributes Key=target_group_health.dns_failover.minimum_healthy_targets.percentage,Value=50 \ Key=target_group_health.unhealthy_state_routing.minimum_healthy_targets.percentage,Value=50