Avvio di un'istanza tramite la procedura guidata di avvio - Amazon Elastic Compute Cloud

Avvio di un'istanza tramite la procedura guidata di avvio

È possibile lanciare un'istanza tramite la procedura guidata di lancio La procedura guidata di lancio nell'istanza specifica tutti i parametri di lancio necessari per l'lancio di un'istanza. Se la procedura guidata di lancio dell'istanza fornisce un valore predefinito, è possibile accettare il valore predefinito o specificare il proprio valore. Per lo meno, è necessario selezionare un'AMI e una coppia di chiavi per lanciare un'istanza.

Prima di avviare l'istanza, verifica che l'ambiente sia configurato. Per ulteriori informazioni, consulta Configurazione di Amazon EC2 per l'utilizzo.

Importante

Quando avvii un'istanza che non rientra nel piano gratuito di AWS, i costi ti verranno addebitati per il periodo di tempo in cui l'istanza viene eseguita, anche se rimane inattiva.

Iniziare il lancio dell'istanza

  1. Apri la console Amazon EC2 all'indirizzo https://console.aws.amazon.com/ec2/.

  2. Nella barra di navigazione nella parte superiore della schermata, viene visualizzata la regione corrente (ad esempio US East (Ohio)). Seleziona una regione per l'istanza che soddisfa le tue esigenze. Questa scelta è importante perché, a differenza di altre, alcune risorse Amazon EC2 possono essere condivise tra più regioni. Per ulteriori informazioni, consulta Posizioni delle risorse.

  3. Dal pannello di controllo della console Amazon EC2, scegli Launch Instance (Avvia istanza).

Fase 1: scelta di un'Amazon Machine Image (AMI)

Quando avvii un'istanza, devi selezionare una configurazione, anche nota come Amazon Machine Image (AMI). Un'AMI contiene le informazioni necessarie per creare una nuova istanza. Ad esempio, un'AMI può contenere il software necessario per fungere da server Web, ad esempio Linux, Apache e il sito Web.

Quando avvii un'istanza, puoi selezionare un'AMI dall'elenco o selezionare un parametro Systems Manager che punta ad un ID AMI. Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzo di un parametro Systems Manager per trovare un'AMI.

Nella pagina Choose an Amazon Machine Image (AMI) (Scegli Amazon Machine Image (AMI)), utilizza una delle due opzioni per scegliere un'AMI. Cerca nell'elenco di AMI o cerca in base al parametro Systems Manager.

Per ricerca nell'elenco di AMI

  1. Selezionare il tipo di AMI da utilizzare nel riquadro a sinistra:

    Quick Start

    Una selezione di AMI più comunemente usate per iniziare rapidamente a utilizzare il prodotto. Per selezionare un'AMI adatta al piano gratuito, scegliere Free tier only (Solo piano gratuito) nel riquadro a sinistra. Queste AMI sono contrassegnate dalla dicitura Free tier eligible (Idoneo al piano gratuito).

    My AMIs (Le mie AMI)

    AMI private di proprietà o AMI private condivise da altri utenti. Per visualizzare le AMI condivise, scegliere Shared with me (Condivisi con me) nel riquadro a sinistra.

    AWS Marketplace

    Store online in cui i clienti possono acquistare software che viene eseguito su AWS, incluse le AMI. Per ulteriori informazioni sull'avvio di un'istanza dal AWS Marketplace , consulta Avvio di un'istanza AWS Marketplace .

    Community AMIs (AMI della community)

    AMI che i membri della community AWS hanno reso disponibili per l'uso da parte di altri utenti. Per filtrare l'elenco di AMI in base al sistema operativo, scegliere la casella di controllo appropriata in Operating system (Sistema operativo). È anche possibile filtrare in base all'architettura e al tipo di dispositivo root.

  2. Controllare le voci per ciascuna AMI nell'elenco Root device type (Tipo dispositivo root). Individuare le AMI del tipo desiderato: ebs (supportate da Amazon EBS) o instance-store (supportate da instance store). Per ulteriori informazioni, consulta Storage del dispositivo root.

  3. Controllare le voci per ciascuna AMI nell'elenco Virtualization type (Tipo di virtualizzazione). Individuare le AMI del tipo desiderato: hvm o paravirtual. Ad esempio, alcuni tipi di istanza richiedono HVM. Per ulteriori informazioni, consulta Tipi di virtualizzazione delle AMI Linux.

  4. Controllare la modalità di avvio elencata per ogni AMI. Individuare quali AMI utilizzano la modalità di avvio necessaria, legacy-bios o uefi. Per ulteriori informazioni, consulta Modalità di avvio.

  5. Scegliere un'AMI conforme alle specifiche esigenze, quindi scegliere Select (Seleziona).

Per parametro Systems Manager

  1. Scegliere Search by Systems Manager parameter (Cerca per parametro Systems Manager) (in alto a destra).

  2. Per Systems Manager parameter (Parametro Systems Manager), selezionare un parametro. L'ID AMI corrispondente viene visualizzato accanto a Currently resolves to (Attualmente si risolve in).

  3. Selezionare Search (Cerca). Le AMI che corrispondono all'ID AMI vengono visualizzate nell'elenco.

  4. Selezionare l'AMI dall'elenco e scegliere Select (Seleziona).

Fase 2: scegliere un tipo di istanza

Nella pagina Choose an Instance Type (Scegli un tipo di istanza), selezionare la configurazione hardware e le dimensioni dell'istanza da avviare. I tipi di istanza più grandi dispongono di una maggiore quantità di CPU e memoria. Per ulteriori informazioni, consulta Tipi di istanza.

Per rimanere idoneo per il livello libero, scegliere il tipo di istanza t2.micro (o il tipo di istanza t3.micro nelle regioni in cui t2.micro non è disponibile). Per ulteriori informazioni, consulta Istanze a prestazioni espandibili.

Per impostazione di default, la procedura guidata visualizza i tipi di interfaccia della generazione corrente e seleziona il primo tipo di istanza disponibile in base all'AMI selezionata. Per visualizzare i tipi di istanza di generazioni precedenti, scegliere All generations (Tutte le generazioni) nell'elenco dei filtri.

Nota

Per configurare rapidamente un'istanza a scopo di test, scegliere Review and Launch (Analizza e avvia) per accettare le impostazioni di configurazione di default e avviare l'istanza. In caso contrario, per configurare ulteriormente l'istanza scegliere Next: Configure Instance Details (Successivo: Configura dettagli dell'istanza).

Fase 3: configurare i dettagli dell'istanza

Nella pagina Configure Instance Details (Configura dettagli dell'istanza), modificare le seguenti impostazioni se necessario (espandere Advanced Details (Dettagli avanzati) per visualizzare tutte le informazioni), quindi scegliere Next: Add Storage (Successivo: Aggiungi storage):

  • Number of instances (Numero di istanze): immettere il numero di istanze da avviare.

    Suggerimento

    Per garantire avvii di istanza più veloci, suddividi le richieste di grandi dimensioni in batch più piccoli. Ad esempio, crea cinque richieste di avvio distinte per 100 istanze invece di un'unica richiesta di avvio per 500 istanze.

  • (Opzionale) Per assicurarsi di disporre del numero corretto di istanze per la gestione del carico di richieste dell'applicazione, è possibile scegliere Launch into Auto Scaling Group (Avvio nel gruppo Auto Scaling) per creare una configurazione di avvio e un gruppo Auto Scaling. La funzionalità Auto Scaling dimensiona il numero di istanze nel gruppo in base alle specifiche. Per ulteriori informazioni, consulta Guida per l'utente di Amazon EC2 Auto Scaling.

    Nota

    Se Amazon EC2 Auto Scaling contrassegna un'istanza che si trova in un gruppo Auto Scaling come non integra, l'istanza viene automaticamente pianificata per la sostituzione in cui viene terminata e viene avviata un'altra istanza e i dati dell'istanza originale vengono persi. Un'istanza è contrassegnata come non integra se arresti o riavvii l'istanza o se un altro evento contrassegna l'istanza come non integra. Per ulteriori informazioni, consulta Controlli dello stato per le istanze Auto Scaling nella Guida per l'utente di Amazon EC2 Auto Scaling.

  • Purchasing option (Opzioni di acquisto): selezionare Request Spot Instances (Richiedi istanze Spot) per avviare un'istanza Spot. Ciò consente di aggiungere e rimuovere le opzioni da questa pagina. Impostare il prezzo massimo e facoltativamente aggiornare il tipo di richiesta, il comportamento di interruzione e la validità della richiesta. Per ulteriori informazioni, consulta Creare una richiesta di istanza Spot.

  • Network (Rete): selezionare il VPC oppure per creare un nuovo VPC, scegliere Create new VPC (Crea nuovo VPC) per passare alla console Amazon VPC. Al termine, tornare alla procedura guidata e scegliere Refresh (Aggiorna) per caricare il VPC nell'elenco.

  • Sottorete: puoi avviare un'istanza in una sottorete associata a una zona di disponibilità, una Local Zone, una zona Wavelength o un Outpost.

    Per avviare l'istanza in una zona di disponibilità, selezionare la sottorete in cui avviare l'istanza. È possibile selezionare No preference (Nessuna preferenza) per consentire ad AWS di scegliere una sottorete predefinita in qualsiasi zona di disponibilità. Per creare una nuova sottorete, scegliere Create new subnet (Crea nuova sottorete) per passare alla console Amazon VPC. Al termine, tornare alla procedura guidata e scegliere Refresh (Aggiorna) per caricare la sottorete nell'elenco.

    Per avviare l'istanza in una Local Zone, selezionare una sottorete creata nella Local Zone.

    Per avviare un'istanza in un Outpost, selezionare una sottorete in un VPC associato a un Outpost.

  • Auto-assign Public IP (Assegna IP pubblico automaticamente): specificare se l'istanza riceve un indirizzo IPv4 pubblico. Per impostazione di default, le istanze in una sottorete di default ricevono un indirizzo IPv4 pubblico, al contrario delle istanze in una sottorete non di default. Selezionare Enable (Abilita) o Disable (Disabilita) per sostituire l'impostazione di default della sottorete. Per ulteriori informazioni, consulta Indirizzi IPv4 pubblici e hostname DNS esterni.

  • Auto-assign IPv6 IP (Assegna IP IPv6 automaticamente): specificare se l'istanza riceve un indirizzo IPv6 dall'intervallo della sottorete. Selezionare Enable (Abilita) o Disable (Disabilita) per sostituire l'impostazione predefinita della sottorete. Questa opzione è disponibile solo se al VPC e alla sottorete è associato un blocco CIDR IPv6. Per ulteriori informazioni consulta la sezione VPC e sottoreti nella Guida per l'utente di Amazon VPC.

  • Domain join directory (Directory aggiunta dominio): selezionare la directory AWS Directory Service (dominio) a cui viene unita l'istanza Linux dopo l'avvio. Se si seleziona un dominio, è necessario selezionare un ruolo IAM con le autorizzazioni necessarie. Per ulteriori informazioni, consulta Aggiunta di un'istanza EC2 Linux alla directory Microsoft AD gestita da AWS.

  • Placement group name (Nome del gruppo di collocamento): un gruppo di collocamento determina la strategia di posizionamento delle istanze. Selezionare un gruppo di collocamento esistente o crearne uno nuovo. Questa opzione è disponibile solo se è stato selezionato un tipo di istanza che supporta i gruppi di collocamento. Per ulteriori informazioni, consulta Gruppi di collocamento.

  • Prenotazione di capacità: specificare se avviare l'istanza in capacità condivisa, qualsiasi open Prenotazione di capacità, uno specifico Prenotazione di capacità o un gruppo Prenotazione di capacità. Per ulteriori informazioni, consulta Avvio di istanze in una Prenotazione di capacità esistente.

  • IAM role (Ruolo IAM): selezionare un ruolo AWS Identity and Access Management (IAM) da associare all'istanza. Per ulteriori informazioni, consulta Ruoli IAM per Amazon EC2.

  • CPU options (Opzioni CPU): selezionare Specify CPU options (Specifica le opzioni CPU) per specificare un numero personalizzato di vCPU durante l'avvio. Imposta il numero di thread per core e di core CPU. Per ulteriori informazioni, consulta Ottimizzazione delle opzioni della CPU.

  • Shutdown behavior (Comportamento di arresto): selezionare se l'istanza deve interrompersi o terminare all'arresto. Per ulteriori informazioni, consulta Modifica del comportamento di arresto avviato dall'istanza.

  • Stop - Hibernate behavior (Comportamento di interruzione/ibernazione): per abilitare l'ibernazione, selezionare questa casella di controllo. Questa opzione è disponibile solo se l'istanza soddisfa i prerequisiti di ibernazione. Per ulteriori informazioni, consulta Metti in ibernazione l'istanza Linux on demand o riservata.

  • Enable termination protection (Abilita la protezione da interruzione): per impedire l'interruzione accidentale, selezionare questa casella di controllo. Per ulteriori informazioni, consulta Abilitare la protezione da cessazione.

  • Monitoring (Monitoraggio): selezionare questa casella di controllo per abilitare il monitoraggio dettagliato dell'istanza tramite Amazon CloudWatch. Vengono applicati costi aggiuntivi. Per ulteriori informazioni, consulta Monitoraggio delle istanze tramite CloudWatch.

  • Istanza ottimizzata per EBS: un'istanza ottimizzata per Amazon EBS usa uno stack di configurazione ottimizzato e offre una capacità aggiuntiva dedicata per l'I/O Amazon EBS. Se il tipo di istanza supporta questa caratteristica, seleziona questa casella di spunta per abilitarla. Vengono applicati costi aggiuntivi. Per ulteriori informazioni, consulta Istanze ottimizzate per Amazon EBS.

  • Tenancy: in caso di avvio dell'istanza in un VPC, puoi scegliere di eseguire l'istanza su hardware dedicato isolato (Dedicated (Dedicato)) oppure su un host dedicato (Dedicated host (Host dedicato)). Potrebbero essere applicati costi aggiuntivi. Per ulteriori informazioni, consulta Dedicated Instances e Dedicated Hosts.

  • T2/T3 Unlimited (Illimitato T2/T3): selezionare questa casella di controllo per consentire l'espansione delle applicazioni oltre la baseline per tutto il periodo necessario. Potrebbero essere applicati costi aggiuntivi. Per ulteriori informazioni, consulta Istanze a prestazioni espandibili.

  • File system: per creare un nuovo file system da montare sull'istanza, scegliere Create new file system (Crea nuovo file system), immettere un nome per il nuovo file system, quindi scegliere Create (Crea). Il file system viene creato utilizzando la creazione rapida di Amazon EFS, che applica le impostazioni consigliate per il servizio. I gruppi di sicurezza necessari per abilitare l'accesso al file system vengono automaticamente creati e collegati all'istanza e alle destinazioni di montaggio del file system. È inoltre possibile scegliere di creare e allegare manualmente i gruppi di sicurezza richiesti. Per ulteriori informazioni, consulta Creazione di un file system EFS utilizzando la creazione rapida di Amazon EFS.

    Per montare uno o più file system Amazon EFS esistenti nell'istanza, scegliere Add file system (Aggiungi file system), quindi scegliere i file system da montare e i punti di montaggio da utilizzare. Per ulteriori informazioni, consulta Creare un file system EFS e montarlo sull'istanza.

  • Network interfaces (Interfacce di rete): se viene selezionata una sottorete specifica, è possibile specificare fino a due interfacce di rete per l'istanza:

    • Per Network interface (Interfaccia di rete), selezionare New network interface (Nuova interfaccia di rete) per consentire ad AWS di creare una nuova interfaccia di rete oppure selezionare un'interfaccia di rete esistente disponibile.

    • Per Primary IP (IP primario), immettere un indirizzo IPv4 privato dall'intervallo della sottorete oppure non modificare l'opzione Auto-assign (Assegna automaticamente) per consentire ad AWS di scegliere automaticamente un indirizzo IPv4 privato.

    • Per Secondary IP addresses (Indirizzi IP secondari), scegliere Add IP (Aggiungi IP) per assegnare più di un indirizzo IPv4 privato all'interfaccia di rete selezionata.

    • (Solo IPv6) Per IPv6 IPs (IP IPv6), scegliere Add IP (Aggiungi IP) e immettere un indirizzo IPv6 dall'intervallo della sottorete, oppure non modificare l'opzione Auto-assign (Assegna automaticamente) per consentire a AWS di sceglierne uno automaticamente.

    • Indice scheda di rete: l'indice della scheda di rete. L'interfaccia di rete primaria deve essere assegnata all'indice della scheda di rete 0. Alcuni tipi di istanza supportano più schede di rete.

    • Scegliere Add Device (Aggiungi dispositivo) per aggiungere un'interfaccia di rete secondaria. Un'interfaccia di rete secondaria può trovarsi in una sottorete diversa del VPC, a condizione che sia nella stessa zona di disponibilità dell'istanza.

    Per ulteriori informazioni, consulta Interfacce di rete elastiche. Se si specifica più di un'interfaccia di rete, l'istanza non può ricevere un indirizzo IPv4 pubblico. Inoltre, se si specifica un'interfaccia di rete esistente per eth0, non è possibile sostituire l'impostazione dell'indirizzo IPv4 pubblico della sottorete utilizzando Auto-assign Public IP (Assegna automaticamente IP pubblico). Per ulteriori informazioni, consulta Assegnare un indirizzo IPv4 pubblico durante l'avvio dell'istanza.

  • Kernel ID (ID kernel): (valido solo per AMIs paravirtuali (PV)) Selezionare Use default (Utilizza le impostazioni predefinite) a meno che non si desideri utilizzare un kernel specifico.

  • RAM disk ID (ID disco RAM): (valido solo per AMIs paravirtuali (PV)) Selezionare Use default (Utilizza impostazioni predefinite) a meno che non si desideri utilizzare un disco RAM specifico. Se è stato selezionato un kernel, potrebbe essere necessario selezionare un disco RAM specifico con i driver per supportarlo.

  • Enclave: selezionare Enable (Abilita) per abilitare l'istanza per AWS Nitro Enclaves. Per ulteriori informazioni, consulta Che cos'è AWS Nitro Enclaves? nella Guida dell'utente di AWS Nitro Enclaves.

  • Metadati accessibili: è possibile abilitare o disabilitare l'accesso ai metadati dell'istanza. Per ulteriori informazioni, consulta Usa IMDSv2.

  • Metadata version (Versione dei metadati): se si abilita l'accesso ai metadati dell'istanza, è possibile scegliere di richiedere l'utilizzo di Servizio di metadati dell'istanza Versione 2 quando si richiedono i metadati dell'istanza. Per ulteriori informazioni, consulta Configurazione delle opzioni dei metadati dell'istanza per le nuove istanze.

  • Metadata token response hop limit (Limite di hop di risposta token metadati): se si abilitano i metadati dell'istanza, è possibile impostare il numero consentito di hop di rete per il token dei metadati. Per ulteriori informazioni, consulta Usa IMDSv2.

  • User data (Dati utente): è possibile specificare i dati utente per configurare un'istanza durante l'avvio o per eseguire uno script di configurazione. Per collegare un file, selezionare l'opzione As file (Come file) e cercare il file da collegare.

Fase 4: aggiungere storage

L'AMI selezionata include uno o più volumi di storage, compreso il volume dispositivo root. Nella pagina Add Storage (Aggiungi storage), è possibile specificare altri volumi da collegare all'istanza scegliendo Add New Volume (Aggiungi nuovo volume). Configura ogni volume come segue, quindi scegli Next: Add Tags (Successivo: Aggiungi tag).

  • Type (Tipo): selezionare l'instance store o i volumi Amazon EBS da associare all'istanza. I tipi di volume disponibili nell'elenco dipendono dal tipo di istanza scelta. Per ulteriori informazioni, consulta Instance store Amazon EC2 e Volumi Amazon EBS.

  • Device (Dispositivo): selezionare dall'elenco di nomi di dispositivo disponibili per il volume.

  • Snapshot: immettere il nome o l'ID dello snapshot in base al quale ripristinare un volume. È inoltre possibile cercare snapshot pubblici e condivisi disponibili digitando il testo nel campo Snapshot. Le descrizioni degli snapshot fanno distinzione tra maiuscole e minuscole.

  • Size (Dimensioni): per i volumi supportati da EBS, è possibile specificare una dimensione di storage. Anche se è stata selezionata un'AMI e l'istanza è idonea per il piano gratuito, per rientrare nel piano gratuito è necessario mantenersi al di sotto dei 30 GiB di storage totale. Per ulteriori informazioni, consulta Vincoli su dimensioni e configurazione di un volume EBS.

  • Volume Type (Tipo di volume): per i volumi EBS, selezionare un tipo di volume. Per ulteriori informazioni, consulta Tipi di volume Amazon EBS.

  • IOPS: se hai selezionato un tipo di volume Provisioned IOPS SSD, puoi inserire il numero di operazioni I/O al secondo (IOPS) supportate dal volume.

  • Delete on Termination (Elimina al termine): per i volumi Amazon EBS, seleziona questa casella di controllo quando l'istanza viene terminata. Per ulteriori informazioni, consulta Conservazione dei volumi Amazon EBS all'interruzione di un'istanza.

  • Encrypted (Crittografato): se il tipo di istanza supporta la crittografia su EBS, puoi specificare lo stato di crittografia del volume. Se hai abilitato la crittografia per impostazione predefinita in questa Regione, viene selezionata automaticamente la chiave gestita dal cliente predefinita. Puoi selezionare una chiave diversa o disabilitare la crittografia. Per ulteriori informazioni, consulta Crittografia Amazon EBS.

Fase 5: aggiungi i tag

Nella pagina Add Tags (Aggiungi tag), specificare i tag immettendo le combinazioni di chiave e valore. È possibile contrassegnare con tag l'istanza, i volumi o entrambi. Per le istanze Spot, è possibile aggiungere un tag solo alla richiesta di istanza Spot. Scegliere Add another tag (Aggiungi un altro tag) per aggiungere più di un tag alle risorse. Scegliere Next: Configure Security Group (Successivo: Configura il gruppo di sicurezza).

Fase 6: configura il gruppo di sicurezza

Nella pagina Configure Security Group (Configura il gruppo di sicurezza), selezionare un gruppo di sicurezza per definire le regole del firewall per l'istanza. Tali regole specificano quale traffico di rete in entrata deve viene distribuito sulla tua istanza. Tutto il traffico rimanente verrà ignorato. Per ulteriori informazioni sui gruppi di sicurezza, consulta Gruppi di sicurezza Amazon EC2 per istanze Linux.) Selezionare o creare un gruppo di sicurezza nel seguente modo, quindi scegliere Review and Launch (Analizza e avvia).

  • Per selezionare un gruppo di sicurezza esistente, scegliere Select an existing security group (Seleziona un gruppo di sicurezza esistente), quindi selezionare il gruppo di sicurezza. Non è possibile modificare le regole di un gruppo di sicurezza esistente, ma è possibile copiarle in un nuovo gruppo scegliendo Copy to new (Copia su nuovo). A questo punto, puoi aggiungere le regole come descritto nella fase successiva.

  • Per creare un nuovo gruppo di sicurezza, scegliere Create a new security group (Crea un nuovo gruppo di sicurezza). La procedura guidata definisce automaticamente il gruppo di sicurezza launch-wizard-x e crea una regola in entrata per consentire la connessione all'istanza tramite SSH (porta 22).

  • È possibile aggiungere regole in base alle tue esigenze. Ad esempio, se l'istanza è un server Web, aprire le porte 80 (HTTP) e 443 (HTTPS) per consentire il traffico Internet.

    Per aggiungere una regola, scegliere Add Rule (Aggiungi regola), selezionare il protocollo per aprire il traffico di rete, quindi specificare l'origine. Scegliere My IP (Il mio IP) dall'elenco Source (Origine) per consentire alla procedura guidata di aggiungere l'indirizzo IP pubblico del computer in uso. Tuttavia, in caso di connessione tramite un ISP o con la protezione di un firewall senza un indirizzo IP statico, è necessario individuare l'intervallo degli indirizzi IP utilizzati dai computer client.

    avvertimento

    Le regole che consentono a tutti gli indirizzi IP (0.0.0.0/0) di accedere all'istanza tramite SSH o RDP sono accettabili per questo breve esercizio, ma non sono sicure negli ambienti di produzione. Dovrai autorizzare solo un determinato indirizzo IP o un intervallo di indirizzi per accedere a un'istanza.

Fase 7: rivedere l'avvio dell'istanza e selezionare la coppia di chiavi

Nella pagina Review Instance Launch (Rivedi l'avvio dell'istanza), controllare i dettagli dell'istanza e apportare le modifiche necessarie scegliendo il collegamento Edit (Modifica) appropriato.

Al termine, scegliere Launch (Avvia).

Nella finestra di dialogo Select an existing key pair or create a new key pair (Seleziona una coppia di chiavi esistente o crea una nuova coppia di chiavi), è possibile scegliere una coppia di chiavi esistenti o crearne una nuova. Ad esempio, scegliere Choose an existing key pair (Scegli una coppia di chiavi esistente), quindi selezionare la coppia di chiavi creata durante la configurazione. Per ulteriori informazioni, consulta Coppie di chiavi Amazon EC2 e istanze Linux.

Importante

Se scegli l'opzione Proceed without key pair (Procedi senza una coppia di chiavi), non sarai in grado di connetterti all'istanza a meno che tu non scelga un'AMI configurata per offrire agli utenti un metodo di accesso alternativo.

Per avviare l'istanza, selezionare la casella di controllo di conferma, quindi scegliere Launch Instances (Avvia istanze).

(Opzionale) È possibile creare un allarme di verifica dello stato per l'istanza (potrebbero essere applicati costi aggiuntivi). In caso di dubbi, è sempre possibile aggiungerne uno in una fase successiva. Nella schermata di conferma, scegliere Create status check alarms (Crea allarmi di verifica stato) e seguire le istruzioni. Per ulteriori informazioni, consulta Creazione e modifica degli allarmi di controllo dello stato.

Se l'istanza non riesce ad avviarsi o lo stato passa immediatamente a terminated anziché running, consultare Risoluzione dei problemi di avvio delle istanze.