NoCloud (seed.iso) cloud-init configurazione per Amazon Linux 2023 su KVM e VMware - Amazon Linux 2023

Le traduzioni sono generate tramite traduzione automatica. In caso di conflitto tra il contenuto di una traduzione e la versione originale in Inglese, quest'ultima prevarrà.

NoCloud (seed.iso) cloud-init configurazione per Amazon Linux 2023 su KVM e VMware

Questa sezione spiega come creare e utilizzare un'immagine seed.iso per configurare Amazon Linux 2023 per l'esecuzione su KVM o VMware. Poiché gli ambienti KVM e VMware non dispongono del servizio di metadati di istanza (IMDS) di Amazon EC2, è necessario un metodo alternativo per configurare Amazon Linux 2023, ad esempio tramite fornitura di un'immagine seed.iso.

L'immagine di avvio seed.iso include le informazioni di configurazione iniziale necessarie per avviare e configurare la nuova VM, ad esempio la configurazione di rete, il nome host e i dati utente.

Nota

L'immagine seed.iso include solo le informazioni di configurazione richieste per avviare la VM. Non include invece i file del sistema operativo Amazon Linux 2023.

Per generare l'immagine seed.iso, sono necessari almeno due file di configurazione, talvolta tre:

meta-data

Questo file solitamente include il nome host per la macchina virtuale.

user-data

Questo file configura generalmente gli account utente e ne specifica le password, le coppie di chiavi ssh e/o i meccanismi di accesso. Per impostazione predefinita, le immagini KVM e VMware di Amazon Linux 2023 creano un account utente ec2-user. Puoi usare il file di configurazione user-data per impostare la password e/o le chiavi ssh per tale account utente predefinito.

network-config (facoltativo)

Questo file fornisce solitamente una configurazione di rete per la macchina virtuale che va a sostituire quella predefinita. La configurazione predefinita prevede l'uso di DHCP sulla prima interfaccia di rete disponibile.

Creazione dell'immagine disco seed.iso
  1. Su un computer Linux o macOS, puoi creare una nuova cartella denominata seedconfig ed esplorarne il contenuto.

    Nota

    È possibile usare Windows o un altro sistema operativo per completare questi passaggi, ma è necessario trovare uno strumento equivalente a mkisofs per completare la creazione dell'immagine seed.iso.

  2. Crea il file di configurazione meta-data.

    1. Crea un nuovo file denominato meta-data.

    2. Apri il file meta-data utilizzando l'editor preferito e aggiungi quanto segue, sostituendo vm-hostname con il nome host della VM:

      local-hostname: vm-hostname
    3. Salva e chiudi il file di configurazione meta-data.

  3. Crea il file di configurazione user-data.

    1. Crea un nuovo file denominato user-data.

    2. Apri il file user-data utilizzando l'editor preferito e aggiungi quanto segue, effettuando le opportune sostituzioni:

      #cloud-config #vim:syntax=yaml users: # A user by the name 'ec2-user' is created in the image by default. - default - name: ec2-user ssh-authorized-keys: - ssh-rsa ssh-key # In the above line, replace ssh key with the content of your ssh public key.
    3. Facoltativamente, puoi aggiungere altri account utente al file di configurazione. user-data

      Puoi specificare account utente aggiuntivi, definendone i meccanismi di accesso, le password e le coppie di chiavi. Per ulteriori informazioni sulle direttive supportate, consulta la documentazione della versione upstream di cloud-init.

    4. Salva e chiudi il file di configurazione user-data.

  4. (Facoltativo) Crea il file di configurazione network-config.

    1. Crea un nuovo file denominato network-config.

    2. Apri il file network-config utilizzando l'editor preferito e aggiungi quanto segue, sostituendo i vari indirizzi IP con quelli appropriati per la configurazione desiderata.

      version: 2 ethernets: enp1s0: addresses: - 192.168.122.161/24 gateway4: 192.168.122.1 nameservers: addresses: 192.168.122.1
      Nota

      La configurazione di rete cloud-init fornisce meccanismi per la corrispondenza con l'indirizzo MAC dell'interfaccia anziché specificare il nome dell'interfaccia, che può cambiare a seconda della configurazione della VM. Queste (e altre) funzionalità cloud-init per la configurazione di rete sono descritte più dettagliatamente nella documentazione della versione 2 della configurazione di rete upstream cloud-init.

    3. Salva e chiudi il file di configurazione network-config.

  5. Crea l'immagine disco seed.iso utilizzando i file di configurazione meta-data, user-data e network-config opzionale che sono stati creati nei passaggi precedenti.

    Esegui una delle seguenti operazioni, a seconda del sistema operativo su stai creando l'immagine disco seed.iso.

    • Sui sistemi Linux, usa uno strumento come mkisofs o genisoimage per creare il file seed.iso completo. Vai alla cartella seedconfig ed esegui il comando seguente:

      $ mkisofs -output seed.iso -volid cidata -joliet -rock user-data meta-data
    • Se usi una network-config, includila nell'invocazione di mkisofs:

      $ mkisofs -output seed.iso -volid cidata -joliet -rock user-data meta-data network-config
    • Sui sistemi macOS, puoi usare uno strumento come hdiutil per generare il file seed.iso completo. Poiché hdiutil richiede un nome di percorso anziché un elenco di file, la stessa invocazione può essere utilizzata indipendentemente dal fatto che un file di configurazione network-config sia stato creato o meno.

      $ hdiutil makehybrid -o seed.iso -hfs -joliet -iso -default-volume-name cidata seedconfig/
  6. Il file seed.iso risultante può ora essere collegato alla nuova macchina virtuale Amazon Linux 2023 tramite un'unità CD-ROM virtuale affinché cloud-init la trovi al primo avvio e applichi la configurazione al sistema.