Regioni e zone - Amazon Elastic Compute Cloud

Regioni e zone

Amazon EC2 è ospitato in più località in tutto il mondo. Queste località sono composte da regioni, zone di disponibilità, Zone locali e zone Wavelength. Ciascuna regione è un'area geografica distinta.

  • Le zone di disponibilità sono più posizioni isolate all'interno di ogni regione.

  • Zone locali offrono la possibilità di collocare le risorse, come calcolo e storage, in più posizioni più vicine agli utenti finali.

  • AWS Outposts porta i servizi AWS, l'infrastruttura e i modelli operativi praticamente in ogni data center, ambiente in co-location o struttura in locale.

  • Le zone Wavelength consentono agli sviluppatori di creare applicazioni che offrono latenze molto basse a dispositivi 5G e utenti finali. Wavelength distribuisce servizi di calcolo e storage standard di AWS alle reti 5G dei provider di servizi di telecomunicazione.

AWS gestisce data center ad alta disponibilità e all'avanguardia. Anche se rari, i guasti che compromettono la disponibilità di istanze nella stessa ubicazione possono verificarsi. Se ospiti tutte le istanze in un'unica ubicazione in cui si verifica un guasto, nessuna di esse risulterà disponibile.

Per aiutarti a determinare quale distribuzione è più adatta a te, consulta le Domande frequenti su AWS Wavelength.

Regioni

Ogni regione Amazon EC2 è pensata per essere isolata dalle altre regioni Amazon EC2. Ciò consente di raggiungere la maggiore stabilità e tolleranza ai guasti possibile.

Il diagramma seguente illustra più regioni AWS.


				Regioni

Quando visualizzi le tue risorse, vedi soltanto le risorse legate alla regione specificata. Questo perché le regioni sono isolate l'una dall'altra e le risorse non vengono replicate in automatico tra le regioni.

Quando avvii un'istanza, è necessario selezionare un'AMI presente nella stessa regione. Se l'AMI si trova in una regione diversa, puoi copiare l'AMI nella regione utilizzata. Per ulteriori informazioni, consulta Copia una AMI.

Il trasferimento di dati tra regioni comporterà un addebito. Per ulteriori informazioni, consulta Prezzi di Amazon EC2 – Trasferimento dati.

Regioni disponibili

Il tuo account determina le regioni per te disponibili. Ad esempio:

  • Un account AWS fornisce più regioni in modo da poter avviare istanze Amazon EC2 in ubicazioni che soddisfino i tuoi requisiti. Ad esempio, potresti avviare istanze in Europa per esser più vicino ai clienti europei o per soddisfare i requisiti giuridici.

  • Un account AWS GovCloud (Stati Uniti occidentali) fornisce l'accesso solo alla regione AWS GovCloud (Stati Uniti occidentali) e AWS GovCloud (Stati Uniti orientali). Per ulteriori informazioni, consulta AWS GovCloud (Stati Uniti).

  • Un account Amazon AWS (Cina) fornisce l'accesso solo alle regioni Pechino e Ningxia. Per ulteriori informazioni, consulta AWS in Cina.

Nella seguente tabella sono elencate le regioni fornite da un account AWS. Non è possibile descrivere o accedere a regioni aggiuntive da un account AWS, come Regione AWS GovCloud (Stati Uniti) o le regioni cinesi. Per utilizzare una regione introdotta dopo il 20 marzo 2019, devi abilitarla. Per ulteriori informazioni, consulta Gestire le regioni AWS nella AWS General Reference.

Per informazioni sulle zone Wavelength disponibili, consulta Zone Wavelength disponibili nella Guida per gli sviluppatori di AWS Wavelength.

Codice Nome Stato Opt-in Zona locale
us-east-2 Stati Uniti orientali (Ohio) Campo non obbligatorio Non disponibile
us-east-1 US East (N. Virginia) Campo non obbligatorio Non disponibile
us-west-1 Stati Uniti occidentali (California settentrionale) Campo non obbligatorio Non disponibile
us-west-2 Stati Uniti occidentali (Oregon) Campo non obbligatorio us-west-2-lax-1a

us-west-2-lax-1b

af-south-1 Africa (Città del Capo) Campo obbligatorio Non disponibile
ap-east-1 Asia Pacifico (Hong Kong) Campo obbligatorio Non disponibile
ap-south-1 Asia Pacifico (Mumbai) Campo non obbligatorio Non disponibile
ap-northeast-3 Asia Pacifico (Osaka – Locale) Campo non obbligatorio Non disponibile
ap-northeast-2 Asia Pacifico (Seoul) Campo non obbligatorio Non disponibile
ap-southeast-1 Asia Pacifico (Singapore) Campo non obbligatorio Non disponibile
ap-southeast-2 Asia Pacifico (Sydney) Campo non obbligatorio Non disponibile
ap-northeast-1 Asia Pacifico (Tokyo) Campo non obbligatorio Non disponibile
ca-central-1 Canada (Centrale) Campo non obbligatorio Non disponibile
eu-central-1 Regione Europa (Francoforte) Campo non obbligatorio Non disponibile
eu-west-1 Regione Europa (Irlanda) Campo non obbligatorio Non disponibile
eu-west-2 Regione Europa (Londra) Campo non obbligatorio Non disponibile
eu-south-1 Europa (Milano) Campo obbligatorio Non disponibile
eu-west-3 Europa (Parigi) Campo non obbligatorio Non disponibile
eu-north-1 Europa (Stoccolma) Campo non obbligatorio Non disponibile
me-south-1 Medio Oriente (Bahrein) Campo obbligatorio Non disponibile
sa-east-1 Sud America (San Paolo) Campo non obbligatorio Non disponibile

Per ulteriori informazioni, consulta l'argomento sull'infrastruttura globale di AWS.

Il numero e la mappatura delle zone di disponibilità per regione potrebbe variare tra account AWS. Per ottenere un elenco delle zone di disponibilità disponibili per il tuo account, puoi utilizzare la console Amazon EC2 o l'interfaccia a riga di comando. Per ulteriori informazioni, consulta Descrizione delle regioni.

Regioni ed endpoint

Quando utilizzi un'istanza tramite l'interfaccia a riga di comando o le operazioni API, è necessario specificare il relativo endpoint regionale. Per ulteriori informazioni sulle regioni e sugli endpoint per Amazon EC2, consulta la pagina relativa a Endpoint e quote Amazon EC2 nella Riferimenti generali di Amazon Web Services.

Per ulteriori informazioni sugli endpoint e sui protocolli in AWS GovCloud (Stati Uniti occidentali), consulta la pagina relativa agli endpoint AWS GovCloud (Stati Uniti occidentali) nella AWS GovCloud (US) User Guide.

Descrizione delle regioni

Puoi utilizzare la console Amazon EC2 o l'interfaccia a riga di comando per determinare quali regioni sono disponibili per il tuo account. Per ulteriori informazioni su queste interfacce a riga di comando, consulta Accesso ad Amazon EC2.

Per trovare le regioni utilizzando la console

  1. Aprire la console Amazon EC2 all'indirizzo https://console.aws.amazon.com/ec2/.

  2. Dalla barra di navigazione, visualizzare le opzioni nel selettore delle regioni.

    
							Visualizzare le regioni
  3. Le risorse EC2 per questa regione vengono visualizzate nella sezione Resources (Risorse) del EC2 Dashboard (Pannello di controllo EC2).

Per trovare le regioni utilizzando l'AWS CLI

  • Utilizzare il comando describe-regions come riportato di seguito per descrivere le regioni abilitate per l'account.

    aws ec2 describe-regions

    Per descrivere tutte le regioni, incluse le regioni disabilitate per l’account, aggiungere l’opzione --all-regions come segue.

    aws ec2 describe-regions --all-regions

Per trovare le regioni utilizzando Strumenti AWS per Windows PowerShell

  • Utilizzare il comando Get-EC2Region come riportato di seguito per descrivere le regioni dell'account.

    PS C:\> Get-EC2Region

Ottenere il nome della regione

Puoi utilizzare l'API Amazon Lightsail per visualizzare il nome di una regione.

Per visualizzare il nome della regione utilizzando l'AWS CLI

  • Utilizza il comando get-regions come indicato di seguito per descrivere il nome della regione specificata.

    aws lightsail get-regions --query "regions[?name=='region-name'].displayName" --output text

    Nell'esempio seguente viene restituito il nome della regione us-east-2.

    aws lightsail get-regions --query "regions[?name=='us-east-2'].displayName" --output text

    Di seguito è riportato l'output:

    Ohio

Specificazione della regione di una risorsa

Ogni volta che crei una risorsa Amazon EC2, puoi specificare la regione per la risorsa. Puoi specificare la regione per una risorsa tramite la Console di gestione AWS o la riga di comando.

Considerazioni

Alcune risorse AWS potrebbero non essere disponibili in tutte le regioni. Prima di avviare un'istanza, assicurati di poter creare le risorse necessarie nelle regioni desiderate.

Specifica della regione per una risorsa tramite la console

  1. Aprire la console Amazon EC2 all'indirizzo https://console.aws.amazon.com/ec2/.

  2. Utilizzare il selettore delle regioni nella barra di navigazione.

Specifica della regione predefinita tramite la riga di comando

Puoi impostare il valore di una variabile di ambiente sull'endpoint regionale desiderato, ad esempio https://ec2.us-east-2.amazonaws.com:

  • AWS_DEFAULT_REGION (AWS CLI)

  • Set-AWSDefaultRegion (Strumenti AWS per Windows PowerShell)

In alternativa, è possibile utilizzare l'opzione della riga di comando --region (AWS CLI) o -Region (Strumenti AWS per Windows PowerShell) con ciascun singolo comando. Ad esempio, --region us-east-2.

Per ulteriori informazioni sugli endpoint per Amazon EC2, consulta la pagina relativa agli endpoint di Amazon Elastic Compute Cloud.

Zone di disponibilità

Ciascuna regione presenta più località isolate, conosciute come zone di disponibilità. Quando avvii un'istanza, puoi selezionare una zona di disponibilità o lasciare a noi la scelta. Se distribuisci le istanze tra più zone di disponibilità e un'istanza ha esito negativo, puoi progettare l'applicazione affinché un'istanza di un'altra zona di disponibilità gestisca le richieste.

Il diagramma seguente illustra più zone di disponibilità in una regione AWS.


				Regioni

Puoi inoltre utilizzare indirizzi IP elastici per mascherare il guasto di un'istanza in una zona di disponibilità mappando nuovamente in modo rapido l'indirizzo a un'istanza in un'altra zona di disponibilità. Per ulteriori informazioni, consulta Indirizzi IP elastici.

Una zona di disponibilità è rappresentata da un codice regione seguito da un identificatore di lettera, ad esempio us-east-1a. Per garantire che le risorse vengano distribuite tra le zone di disponibilità di una regione, mappiamo in modo indipendente le zone di disponibilità ai nomi per ciascun account AWS. Ad esempio, la zona di disponibilità us-east-1a per l'account AWS potrebbe avere un'ubicazione diversa rispetto a us-east-1a per un altro account AWS.

Per coordinare le zone di disponibilità tra account, devi utilizzare l'ID AZ, identificatore unico e coerente per una zona di disponibilità. Ad esempio, use1-az1 è un ID AZ per la regione us-east-1 e ha la stessa posizione in ogni account AWS.

Puoi visualizzare gli ID AZ per stabilire la posizione delle risorse in un account rispetto alle risorse in un altro account. Ad esempio, se condividi una sottorete nella zona di disponibilità con l'ID AZ use-az2 con un altro account, questa sottorete è disponibile per tale account nella zona di disponibilità il cui ID AZ è anche use-az2. L'ID AZ per ogni VPC e sottorete viene visualizzato nella console Amazon VPC. Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzo dei VPC condivisi nella Guida per l'utente di Amazon VPC.

Poiché le zone di disponibilità crescono nel corso del tempo, la nostra capacità di espanderle può divenire limitata. Se ciò accade, potremmo impedire l'avvio di un'istanza in una zona di disponibilità limitata, a meno che tu non disponga già di un'istanza in tale zona di disponibilità. Infine, potremmo rimuovere la zona di disponibilità vincolata dall'elenco delle zone di disponibilità per i nuovi account. Pertanto, il tuo account potrebbe presentare una quantità diversa di zone di disponibilità disponibili in una regione rispetto a un altro account.

Descrizione delle zone di disponibilità

Puoi utilizzare la console Amazon EC2 o l'interfaccia a riga di comando per determinare quali zone di disponibilità sono disponibili per il tuo account. Per ulteriori informazioni su queste interfacce a riga di comando, consulta Accesso ad Amazon EC2.

Per trovare le zone di disponibilità utilizzando la console

  1. Aprire la console Amazon EC2 all'indirizzo https://console.aws.amazon.com/ec2/.

  2. Dalla barra di navigazione, visualizzare le opzioni nel selettore delle regioni.

  3. Nel riquadro di navigazione selezionare EC2 Dashboard (Pannello di controllo EC2).

  4. Le zone di disponibilità sono elencate in Service Health (Stato servizio), Zone Status (Stato zona).

Per trovare le zone di disponibilità utilizzando l'AWS CLI

  1. Utilizzare il comando describe-availability-zones come riportato di seguito per descrivere le zone di disponibilità all'interno della regione specificata.

    aws ec2 describe-availability-zones --region region-name
  2. Utilizzare il comando describe-availability-zones come riportato di seguito per descrivere le zone di disponibilità a prescindere dallo stato di adesione.

    aws ec2 describe-availability-zones --all-availability-zones

Per trovare le zone di disponibilità utilizzando Strumenti AWS per Windows PowerShell

Utilizzare il comando Get-EC2AvailabilityZone come riportato di seguito per descrivere le zone di disponibilità all'interno della regione specificata.

PS C:\> Get-EC2AvailabilityZone -Region region-name

Avvio di istanze in una zona di disponibilità

All'avvio di un'istanza, seleziona una regione che collochi le istanze più vicine a clienti specifici o che soddisfi i requisiti giuridici o di altro tipo. Avviando le istanze in zone di disponibilità separate, puoi proteggere le tue applicazioni dai guasti di una singola ubicazione.

Quando avvii un'istanza, puoi opzionalmente specificare una zona di disponibilità nella regione utilizzata. Se non specifichi una zona di disponibilità, ne viene selezionata una automaticamente. Quando avvii le istanze iniziali, ti consigliamo di accettare la zona di disponibilità predefinita. Questo ci consente di selezionare per te la miglior zona di disponibilità a seconda dello stato del sistema e della capacità disponibile. Se avvii istanze aggiuntive, specifica una zona solo se le nuove istanze devono essere vicine alle istanze in esecuzione o separate da esse.

Migrazione di un'istanza verso un'altra zona di disponibilità

Se necessario, puoi eseguire la migrazione di un'istanza da una zona di disponibilità a un'altra. Ad esempio, se stai tentando di modificare il tipo di istanza e non è possibile avviare un'istanza del nuovo tipo nell'area di disponibilità corrente, puoi eseguire la migrazione dell'istanza in una zona di disponibilità in cui sia possibile avviare un'istanza di quel tipo.

Il processo di migrazione comporta:

  • Creazione di un'AMI dall'istanza originale

  • Avvio di un'istanza nella nuova zona di disponibilità

  • Aggiornamento della configurazione della nuova istanza, come illustrato nella procedura seguente

Per migrare un'istanza verso un'altra zona di disponibilità

  1. Creare un'AMI dall'istanza. La procedura dipende dal sistema operativo e dal tipo di volume dispositivo root dell'istanza. Per ulteriori informazioni, consultare la documentazione corrispondente al sistema operativo e al volume dispositivo root:

  2. Se occorre conservare l'indirizzo IPv4 privato dell'istanza, è necessario eliminare la sottorete nella zona di disponibilità corrente, quindi creare una sottorete nella nuova zona di disponibilità con lo stesso intervallo di indirizzi IPv4 della sottorete originale. È necessario terminare tutte le istanze in una sottorete prima di poterle eliminare. Devi quindi creare AMI da tutte le istanze nella sottorete in modo da poter spostare tutte le istanze dalla sottorete corrente a quella nuova.

  3. Avviare un'istanza dall'AMI appena creata, specificando la nuova zona di disponibilità o sottorete. Puoi utilizzare lo stesso tipo di istanza dell'istanza originale o selezionare un nuovo tipo di istanza. Per ulteriori informazioni, consulta Avvio di istanze in una zona di disponibilità.

  4. Se l'istanza originale dispone di un indirizzo IP elastico associato, associarlo alla nuova istanza. Per ulteriori informazioni, consulta Annullare l’associazione di un indirizzo IP elastico.

  5. Se l'istanza originale è un'Istanza riservata, modificare la zona di disponibilità per la prenotazione. Se hai modificato anche il tipo di istanza, puoi inoltre modificare il tipo di istanza della prenotazione. Per ulteriori informazioni, consulta Invio di richieste di modifica.

  6. (Opzionale) Terminare l'istanza originale. Per ulteriori informazioni, consulta Cessazione di un'istanza.

Zone locali

Una Zona locale è un'estensione di una regione AWS in prossimità geografica degli utenti. Le Zone locali hanno le proprie connessioni a Internet e supportano AWS Direct Connect, in modo che le risorse create in una Zona locale può servire gli utenti locali con comunicazioni a bassa latenza. Per ulteriori informazioni, vedere Zone locali AWS.


				Zone locali

Una Zona locale è rappresentata da un codice regione seguito da un identificatore che indica la posizione, ad esempio us-west-2-lax-1a.

Per utilizzare Zona locale, occorre dapprima abilitarlo. Per ulteriori informazioni, consulta Abilitazione delle Zone locali. Successivamente, creare una sottorete nella Zona locale. Infine, avvia una delle seguenti risorse nella sottorete Zona locale in modo che le applicazioni siano più vicine agli utenti finali:

  • Istanze Amazon EC2

  • Volumi Amazon EBS

  • File server Amazon FSx

  • Application Load Balancer

  • Host dedicati

Per informazioni sulle zone locali disponibili, consulta Regioni disponibili.

Descrizione delle Zone locali

Puoi utilizzare la console Amazon EC2 o l'interfaccia a riga di comando per determinare quali Zone locali sono disponibili per il tuo account. Per ulteriori informazioni su queste interfacce a riga di comando, consulta Accesso ad Amazon EC2.

Per trovare le Zone locali utilizzando la console

  1. Aprire la console Amazon EC2 all'indirizzo https://console.aws.amazon.com/ec2/.

  2. Dalla barra di navigazione, visualizzare le opzioni nel selettore delle regioni.

  3. Nel riquadro di navigazione selezionare EC2 Dashboard (Pannello di controllo EC2).

  4. Le Zone locali sono elencate in Service health (Stato servizio), Zone status (Stato zona).

Per trovare le Zone locali utilizzando l'AWS CLI

  1. Utilizza il comando describe-availability-zones come riportato di seguito per descrivere le Zone locali all'interno della regione specificata.

    aws ec2 describe-availability-zones --region region-name
  2. Utilizza il comando describe-availability-zones come indicato di seguito per descrivere le Zone locali indipendentemente dal fatto che siano abilitate.

    aws ec2 describe-availability-zones --all-availability-zones

Per trovare le Zone locali utilizzando Strumenti AWS per Windows PowerShell

Utilizza il comando Get-EC2AvailabilityZone come riportato di seguito per descrivere le Zone locali all'interno della regione specificata.

PS C:\> Get-EC2AvailabilityZone -Region region-name

Abilitazione delle Zone locali

Prima di specificare una Zona locale per una risorsa o un servizio, occorre abilitare le Zone locali.

Considerazione

Alcune risorse AWS potrebbero non essere disponibili in tutte le regioni. Assicurarsi di poter creare le risorse necessarie nelle regioni desiderate o Zone locali prima di avviare un'istanza in uno specifico Zona locale.

Per abilitare Zone locali tramite la console

  1. Aprire la console Amazon EC2 all'indirizzo https://console.aws.amazon.com/ec2/.

  2. Nell'angolo superiore sinistro della pagina, seleziona New EC2 Experience (Nuova esperienza EC2). Non è possibile completare questa attività utilizzando la vecchia esperienza della console.

  3. Dal selettore delle regioni nella barra di spostamento, seleziona la regione per la Zona locale.

  4. Nel riquadro di navigazione selezionare EC2 Dashboard (Pannello di controllo EC2).

  5. Nell'angolo in alto a destra della pagina scegliere Account Attributes (Attributi account), Zones (Zone).

  6. Scegliere Gestisci.

  7. Per Zone group (Gruppo di zone), scegli Enabled (Abilitato).

  8. Scegli Update zone group (Aggiorna il gruppo di zone).

Per abilitare Zone locali utilizzando la AWS CLI

Avvio di istanze in una Zona locale

Quando avvii un'istanza puoi specificare una sottorete che si trova in una Zona locale. Inoltre puoi assegnare un indirizzo IP da un gruppo di confine di rete, che è un insieme univoco di zone di disponibilità, Zone locali o zone Wavelength da cui AWS pubblicizza gli indirizzi IP, ad esempio us-west-2-lax-1a.

Puoi allocare gli indirizzi IP seguenti da un gruppo di confine di rete:

  • Indirizzi IPv4 elastici forniti da Amazon

  • Indirizzi VPC forniti da Amazon IPv6

Per avviare un'istanza in una Zona locale:

  1. Abilita le Zone locali. Per ulteriori informazioni, consulta Abilitazione delle Zone locali.

  2. Crea un VPC in una regione che supporti la Zona locale. Per ulteriori informazioni, consulta Creazione di un VPC nella Guida per l'utente di Amazon VPC.

  3. Crea una sottorete. Seleziona la Zona locale quando crei la sottorete. Per ulteriori informazioni, consulta Creazione di una sottorete nel VPC nella Guida per l'utente di Amazon VPC.

  4. Avvia un'istanza e seleziona la sottorete creata nella Zona locale. Per ulteriori informazioni, consulta Lancio dell'istanza.

Zone Wavelength

AWS Wavelength consente agli sviluppatori di creare applicazioni che offrono latenze molto basse a dispositivi mobili e utenti finali. Wavelength distribuisce servizi di archiviazione ed elaborazione standard di AWS alle reti 5G dei provider di servizi di telecomunicazione. Gli sviluppatori possono estendere un cloud privato virtuale (VPC) a una o più zone Wavelength e poi usare le risorse AWS, come le istanzeAmazon EC2, per eseguire applicazioni che richiedono una latenza molto bassa e una connessione ai servizi AWS nella regione.

Una zona Wavelength è una zona isolata nella posizione carrier in cui viene distribuita l'infrastruttura Wavelength. Le zone Wavelength sono legate a una regione. Una zona Wavelength è un'estensione logica di una regione ed è gestita dal piano di controllo nella regione.


				Zone Wavelength

Una zona Wavelength è rappresentata da un codice regione seguito da un identificatore che indica la zona Wavelength, ad esempio us-east-1-wl1-bos-wlz-1.

Per utilizzare una zona Wavelength, devi prima accettare esplicitamente la zona. Per ulteriori informazioni, consulta Abilitazione delle zone Wavelength. Crea quindi una sottorete nella zona Wavelength. Infine, avvia le risorse nella sottorete delle zone Wavelength in modo che le applicazioni siano più vicine agli utenti finali.

Le zone Wavelength non sono disponibili in tutte le regioni. Per informazioni sulle regioni che supportano le zone Wavelength, consulta Zone Wavelength disponibili nella Guida per gli sviluppatori di AWS Wavelength.

Descrizione delle zone Wavelength

Puoi utilizzare la console Amazon EC2 o l'interfaccia a riga di comando per determinare quali Wavelength sono disponibili per il tuo account. Per ulteriori informazioni su queste interfacce a riga di comando, consulta Accesso ad Amazon EC2.

Per trovare le zone Wavelength utilizzando la console

  1. Aprire la console Amazon EC2 all'indirizzo https://console.aws.amazon.com/ec2/.

  2. Dalla barra di navigazione, visualizzare le opzioni nel selettore delle regioni.

  3. Nel riquadro di navigazione selezionare EC2 Dashboard (Pannello di controllo EC2).

  4. Le zone Wavelength sono elencate in Service health (Stato servizio), Zone status (Stato zona).

Per trovare le zone Wavelength utilizzando l'AWS CLI

  1. Utilizza il comando describe-availability-zones come riportato di seguito per descrivere le zone Wavelength all'interno della regione specificata.

    aws ec2 describe-availability-zones --region region-name
  2. Utilizza il comando describe-availability-zones come riportato di seguito per descrivere le zone Wavelength a prescindere dallo stato di adesione.

    aws ec2 describe-availability-zones --all-availability-zones

Per trovare la zona Wavelength utilizzando Strumenti AWS per Windows PowerShell

Utilizza il comando Get-EC2AvailabilityZone come riportato di seguito per descrivere le zone Wavelength all'interno della regione specificata.

PS C:\> Get-EC2AvailabilityZone -Region region-name

Abilitazione delle zone Wavelength

Prima di specificare una zona Wavelength per una risorsa o un servizio, è necessario abilitare le zone Wavelength.

Considerazioni

  • Devi richiedere l'accesso per poter utilizzare le zone Wavelength. Per informazioni su come richiedere l'accesso alla zona Wavelength, consulta AWS Wavelength.

  • Alcune risorse AWS non sono disponibili in tutte le regioni. Assicurati di poter creare le risorse necessarie nella regione o nella zona Wavelength desiderata prima di avviare un'istanza in una zona Wavelength specifica.

Per l'accettazione esplicita delle zone Wavelength utilizzando la console

  1. Aprire la console Amazon EC2 all'indirizzo https://console.aws.amazon.com/ec2/.

  2. Nell'angolo superiore sinistro della pagina, seleziona New EC2 Experience (Nuova esperienza EC2). Non è possibile completare questa attività utilizzando la vecchia esperienza della console.

  3. Dal selettore delle regioni nella barra di navigazione, seleziona la regione per la zona Wavelength.

  4. Nel riquadro di navigazione selezionare EC2 Dashboard (Pannello di controllo EC2).

  5. Nell'angolo in alto a destra della pagina scegliere Account Attributes (Attributi account), Zones (Zone).

  6. In Wavelength Zones (Zone Wavelength) attiva ogni zona Wavelength.

  7. Abilita la zona Wavelength.

Per abilitare le zone Wavelength utilizzando l'AWS CLI

Utilizzare il comando modify-availability-zone-group.

Avvio di istanze in una zona Wavelength

Quando avvii un'istanza puoi specificare una sottorete che si trova in una zona Wavelength. Inoltre puoi assegnare un indirizzo IP da un gruppo di confine di rete, che è un insieme univoco di zone di disponibilità, zone locali o zone Wavelength da cui AWS pubblicizza gli indirizzi IP, ad esempio us-east-1-wl1-bos-wlz-1.

Per informazioni su come avviare un'istanza in una zona Wavelength, consulta Nozioni di base su AWS Wavelength nella Guida per gli sviluppatori di AWS Wavelength.

AWS Outposts

AWS Outposts è un servizio completamente gestito che estende l'infrastruttura AWS, i servizi, le API e gli strumenti alla sede del cliente. Fornendo l'accesso locale all'infrastruttura gestita AWS, AWS Outposts consente ai clienti di creare ed eseguire applicazioni in locale utilizzando le stesse interfacce di programmazione delle regioni AWS, utilizzando al contempo le risorse di calcolo e storage locali per le esigenze di bassa latenza e minore elaborazione dei dati locali.

Un Outpost è un pool di capacità di calcolo e storage AWS distribuite presso una sede del cliente. AWS esegue, monitora e gestisce queste capacità come parte di una regione AWS. Puoi creare sottoreti nell'Outpost e specificarle quando crei le risorse AWS, come istanze EC2, volumi EBS, cluster ECS e istanze RDS. Le istanze nelle sottoreti Outpost comunicano con altre istanze nella regione AWS utilizzando indirizzi IP privati, tutti all'interno dello stesso VPC.

Per iniziare a utilizzare AWS Outposts, devi creare un Outpost e ordinare la capacità Outpost. Per ulteriori informazioni sulle configurazioni degli Outpost, consulta il nostro catalogo. Dopo aver installato l'apparecchiatura Outpost, la capacità di calcolo e storage è disponibile quando lanci le istanze Amazon EC2 e crei volumi Amazon EBS sul tuo Outpost.

Avvio di istanze su un Outpost

Puoi avviare istanze EC2 nella sottorete Outpost che hai creato. I gruppi di sicurezza controllano il traffico in entrata e in uscita per le istanze di una sottorete Outpost, come per le istanze di una sottorete zona di disponibilità. Per connettersi a un'istanza EC2 in una sottorete Outpost, puoi specificare una coppia di chiavi quando avvii l'istanza, come fai per le istanze in una sottorete zona di disponibilità.

Il volume root deve essere al massimo di 30 GB. Puoi specificare i volumi di dati nel mappatura dei dispositivi a blocchi dell'AMI o dell'istanza per fornire ulteriore storage. Per tagliare i blocchi inutilizzati dal volume di avvio, consulta How to Build Sparse EBS Volumes nel blog di AWS Partner Network.

Si consiglia di aumentare il timeout NVMe per il volume root. Per ulteriori informazioni, consulta Timeout delle operazioni di I/O.

Per informazioni su come creare un Outpost, consulta Nozioni di base su AWS Outposts nella Guida per l'utente di AWS Outposts.

Creazione di un volume in un Outpost

Puoi creare volumi EBS nella sottorete Outpost che hai creato. Quando crei il volume, specifica l'Amazon Resource Name (ARN) dell'Outpost.

Il seguente comando create-volume crea un volume vuoto di 50 GB nell'Outpost specificato.

aws ec2 create-volume --availability-zone us-east-2a --outpost-arn arn:aws:outposts:us-east-2:123456789012:outpost/op-03e6fecad652a6138 --size 50

È necessario scollegare un volume Outpost prima di modificarlo. Per ulteriori informazioni sul distacco dei volumi, consulta Distacco di un volume Amazon EBS da un'istanza Linux.