Raccolta di parametri e log da istanze Amazon EC2 e da server locali con l'agente di CloudWatch - Amazon CloudWatch

Se forniamo una traduzione della versione in lingua inglese della guida, la versione in lingua inglese della guida prevarrà in caso di conflitto. La traduzione è fornita utilizzando la traduzione automatica.

Raccolta di parametri e log da istanze Amazon EC2 e da server locali con l'agente di CloudWatch

L'agente di CloudWatch unificato ti permette di:

  • Raccogliere ulteriori parametri a livello di sistema dalle istanze Amazon EC2 tra sistemi operativi. Oltre a quelli delle istanze EC2, i parametri possono includere quelli in-guest. Gli ulteriori parametri che puoi raccogliere sono elencati in Parametri raccolti dall'agente di CloudWatch.

  • Raccogliere parametri a livello di sistema dai server locali. Questi includono i server in un ambiente ibrido e i server non gestiti da AWS.

  • Recuperare parametri personalizzati dalle applicazioni o dai servizi utilizzando la StatsD e collectd protocolli. StatsD è supportato sia sui server Linux che sui server che eseguono Windows Server. collectd è supportato solo su server Linux.

  • Raccogliere log da istanze Amazon EC2 e server locali che eseguono Linux o Windows Server.

Puoi archiviare e visualizzare i parametri raccolti con l'agente di CloudWatch in CloudWatch, come avviene con qualsiasi altro parametro di CloudWatch. Lo spazio dei nomi predefinito per i parametri raccolti dall'agente di CloudWatch è CWAgent, ma puoi specificare uno spazio dei nomi diverso durante la configurazione dell'agente.

I log raccolti dall'agente di CloudWatch unificato vengono elaborati e archiviati in Amazon CloudWatch Logs, come avviene per i log raccolti dall'agente di CloudWatch Logs precedente. Per informazioni sui prezzi di CloudWatch Logs, consulta la pagina dei prezzi di Amazon CloudWatch.

I parametri raccolti dall'agente di CloudWatch vengono fatturati come parametri personalizzati. Per ulteriori informazioni sui prezzi dei parametri di CloudWatch, consulta la pagina dei prezzi di Amazon CloudWatch.

La procedura inclusa in questa sezione descrive come installare l'agente di CloudWatch unificato in istanze Amazon EC2 e in server locali. Per ulteriori informazioni sui parametri che possono essere raccolti dall'agente di CloudWatch, consultare Parametri raccolti dall'agente di CloudWatch.

Sistemi operativi supportati

L'agente di CloudWatch è supportato sull'architettura AMD64 nei seguenti sistemi operativi:

  • Amazon Linux versione 2014.03.02 o successive

  • Amazon Linux 2

  • Ubuntu Server versioni 18.04, 16.04 e 14.04

  • CentOS versioni 7.6, 7.2, 7.0, 6.8 e 6.5

  • Red Hat Enterprise Linux (RHEL) versioni 8, 7.6, 7.5, 7.4, 7.2, 7.0 e 6.5

  • Debian versione 10 e versione 8.0

  • SUSE Linux Enterprise Server (SLES) versione 15 e versione 12

  • Versioni a 64 bit di Windows Server 2019, Windows Server 2016, Windows Server 2012 e Windows Server 2008 R2

L'agente è supportato sull'architettura ARM64 nei seguenti sistemi operativi:

  • Amazon Linux 2

  • Server Ubuntu versione 18.04

  • Red Hat Enterprise Linux (RHEL) versione 7.6

  • SUSE Linux Enterprise Server 15

Panoramica del processo di installazione

Puoi scaricare e installare manualmente l'agente di CloudWatch tramite la riga di comando oppure integrarlo con SSM. Di seguito è riportato il flusso generale dell'installazione dell'agente di CloudWatch:

  1. Creazione di ruoli o utenti IAM che consentono all'agente di raccogliere parametri dal server e, opzionalmente, di integrarsi con AWS Systems Manager.

  2. Download del pacchetto dell'agente.

  3. Modifica del file di configurazione dell'agente di CloudWatch e specifica dei parametri da raccogliere.

  4. Installazione e avvio dell'agente sui server. Durante l'installazione dell'agente in un'istanza EC2, è possibile collegare il ruolo IAM creato nella fase 1. Durante l'installazione dell'agente in un server locale, specificare un profilo contenente le credenziali dell'utente IAM creato nella fase 1.