Panoramica degli oggetti di Amazon S3 - Amazon Simple Storage Service

Panoramica degli oggetti di Amazon S3

Amazon S3 è un object store che utilizza valori chiave univoci per archiviare tutti gli oggetti desiderati. Questi oggetti vengono archiviati in uno o più bucket e ogni oggetto può avere dimensioni fino a 5 TB. Un oggetto è costituito dai seguenti elementi:

Chiave

Il nome assegnato a un oggetto. La chiave dell'oggetto viene utilizzata per recuperare l'oggetto. Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzo dei metadati degli oggetti.

ID versione

All'interno di un bucket, una chiave e l'ID versione identificano in modo univoco un oggetto. L'ID versione è una stringa generata da Amazon S3 quando aggiungi un oggetto a un bucket. Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzo della funzione Controllo delle versioni nei bucket S3.

Valore

Il contenuto che stai archiviando.

Il valore di un oggetto può essere costituito da qualsiasi sequenza di byte. La dimensione degli oggetti può essere compresa tra 0 e 5 TB. Per ulteriori informazioni, consulta Caricamento degli oggetti.

Metadati

Un set di coppie nome-valore con le quali è possibile archiviare le informazioni relative all'oggetto. È possibile assegnare metadati, denominati metadati definiti dall'utente, agli oggetti disponibili in Amazon S3. Inoltre, Amazon S3 assegna a questi oggetti metadati di sistema che utilizza per gestire gli oggetti. Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzo dei metadati degli oggetti.

Risorse secondarie

Amazon S3 utilizza il meccanismo delle risorse secondarie per archiviare ulteriori informazioni specifiche dell'oggetto. Poiché le risorse secondarie sono subordinate agli oggetti, sono sempre associate a un'altra entità, ad esempio un oggetto o un bucket. Per ulteriori informazioni, consulta Risorse secondarie degli oggetti.

Informazioni sul controllo degli accessi

È possibile controllare l'accesso agli oggetti archiviati in Amazon S3. Amazon S3 supporta sia il controllo degli accessi basato sulle risorse, ad esempio una lista di controllo degli accessi (ACL) e le policy dei bucket, oltre al controllo degli accessi basato sugli utenti. Per ulteriori informazioni sul controllo degli accessi, consulta:

Le risorse di Amazon S3 (ad esempio, bucket e oggetti) sono private per default. È necessario concedere l'autorizzazione in modo esplicito affinché altri utenti possano accedere alle risorse. Per ulteriori informazioni sulla condivisione degli oggetti, consulta Condivisione di oggetti mediante URL prefirmati.

Risorse secondarie degli oggetti

Amazon S3 definisce un set di risorse secondarie associate ai bucket e agli oggetti. Le risorse secondarie sono subordinate agli oggetti. Ciò significa che le risorse secondarie non esistono da sole. Sono sempre associate a qualche altra entità, ad esempio un oggetto o un bucket.

Nella tabella seguente sono elencate le risorse secondarie associate agli oggetti di Amazon S3.

Risorsa secondaria Descrizione
acl Contiene un elenco delle assegnazioni, che identificano gli assegnatari e le autorizzazioni concesse. Quando si crea un oggetto, la risorsa secondaria acl identifica il proprietario dell'oggetto assegnandogli il controllo completo sull'oggetto. È possibile recuperare un'ACL dell'oggetto o sostituirla con un elenco aggiornato delle assegnazioni. Qualsiasi aggiornamento apportato a un'ACL richiede la sostituzione dell'ACL esistente. Per ulteriori informazioni sulle ACL, consulta Panoramica delle liste di controllo accessi (ACL).