Regole di denominazione dei bucket - Amazon Simple Storage Service

Le traduzioni sono generate tramite traduzione automatica. In caso di conflitto tra il contenuto di una traduzione e la versione originale in Inglese, quest'ultima prevarrà.

Regole di denominazione dei bucket

Per la denominazione dei bucket per uso generico e dei bucket di directory in Amazon S3 si applicano le seguenti regole:

Regole di denominazione dei bucket per uso generico

Per la denominazione dei bucket per uso generico si applicano le seguenti regole.

  • I nomi dei bucket devono avere una lunghezza compresa tra 3 (minimo) e 63 (massimo) caratteri.

  • I nomi dei bucket possono essere costituiti solo da lettere minuscole, numeri, punti (.) e trattini (-).

  • I nomi dei bucket devono iniziare e terminare con una lettera o un numero.

  • I nomi dei bucket non devono contenere punti adiacenti.

  • I nomi dei bucket non devono avere il formato di un indirizzo IP (ad esempio, 192.168.5.4).

  • I nomi dei bucket non devono iniziare con il prefisso xn--.

  • I nomi dei bucket non devono iniziare con il prefisso sthree- e il prefisso sthree-configurator.

  • I nomi dei bucket non devono terminare con il suffisso-s3alias. Questo suffisso è riservato ai nomi alias dei punti di accesso. Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzo di un alias in stile bucket per il punto di accesso del bucket S3.

  • I nomi dei bucket non devono terminare con il suffisso--ol-s3. Questo suffisso è riservato ai nomi alias dei punti di accesso Lambda per oggetti. Per ulteriori informazioni, consulta Come utilizzare un alias in stile bucket per il punto di accesso Lambda per oggetti del bucket S3.

  • I nomi dei bucket devono essere univoci Account AWS in tutti gli elementi all' Regioni AWS interno di una partizione. Una partizione è un raggruppamento di regioni. AWS attualmente ha tre partizioni: aws (Regioni standard), aws-cn (Regioni cinesi) e aws-us-gov ().AWS GovCloud (US)

  • Il nome di un bucket non può essere utilizzato da un altro Account AWS nella stessa partizione finché il bucket non viene eliminato.

  • I bucket utilizzati con Amazon S3 Transfer Acceleration non possono contenere punti (.) nel nome. Per ulteriori informazioni su Transfer Acceleration, consulta Configurazione di trasferimenti veloci e sicuri di file con Amazon S3 Transfer Acceleration.

Per una migliore compatibilità, si consiglia di evitare l'utilizzo di punti (.) nei nomi dei bucket, ad eccezione dei bucket utilizzati solo per l'hosting di siti Web statici. Se includi punti nel nome di un bucket, non puoi utilizzare l' virtual-host-style indirizzamento tramite HTTPS, a meno che non esegui la convalida del certificato da solo. Questo perché i certificati di sicurezza utilizzati per l'hosting virtuale dei bucket non funzionano per i bucket con punti nei nomi.

Questa limitazione non influisce sui bucket utilizzati per l'hosting di siti Web statici, poiché l'hosting di siti Web statici è disponibile solo su HTTP. Per ulteriori informazioni sull' virtual-host-styleindirizzamento, consulta. Hosting virtuale dei bucket Per ulteriori informazioni sull'hosting di siti Web statici, consulta Hosting di un sito Web statico tramite Amazon S3.

Nota

Prima del 1° marzo 2018, i bucket creati nella regione Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale) potevano avere nomi lunghi fino a 255 caratteri e con lettere maiuscole e caratteri di sottolineatura. A partire dal 1° marzo 2018, i nuovi bucket nella regione Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale) devono essere conformi alle stesse regole applicate in tutte le altre regioni.

Per informazioni sui nomi delle chiavi dell'oggetto, consulta Creazione di nomi di chiavi oggetto.

Esempi di nomi di bucket per uso generico

I seguenti esempi di nomi di bucket sono validi e seguono le linee guida di denominazione consigliate per i bucket per uso generico:

  • docexamplebucket1

  • log-delivery-march-2020

  • my-hosted-content

I seguenti nomi di bucket di esempio sono validi ma non consigliati per usi diversi dall'hosting di siti Web statici:

  • docexamplewebsite.com

  • www.docexamplewebsite.com

  • my.example.s3.bucket

I nomi dei bucket di esempio seguenti non sono validi:

  • doc_example_bucket (contiene caratteri di sottolineatura)

  • DocExampleBucket (contiene lettere maiuscole)

  • doc-example-bucket- (termina con un trattino)

Regole di denominazione dei bucket di directory

I nomi dei bucket di directory devono:

  • Sii unico all'interno della zona prescelta Regione AWS e della zona di disponibilità.

  • Non essere più lunghi di 3-63 caratteri, incluso il suffisso.

  • Essere costituiti solo da lettere minuscole, numeri e trattini (-).

  • Iniziare e finire con una lettera o un numero.

  • Deve includere il seguente suffisso:--azid--x-s3.

Nota

Quando crei un bucket di directory utilizzando la console, viene aggiunto automaticamente un suffisso al nome di base fornito. Questo suffisso include l'ID zona di disponibilità della zona di disponibilità scelta.

Quando crei un bucket di directory utilizzando un'API, devi fornire il suffisso completo, incluso l'ID della zona di disponibilità, nella richiesta. Per un elenco degli ID delle zone di disponibilità, consulta. Zone di disponibilità e regioni S3 Express One Zone