Ripiattaforma di database back-end - AWSLinee guida alle prescrizioni

Le traduzioni sono generate tramite traduzione automatica. In caso di conflitto tra il contenuto di una traduzione e la versione originale in Inglese, quest'ultima prevarrà.

Ripiattaforma di database back-end

L'approccio per la replatforming dei database backend è diverso per le applicazioni COTS e interne. Questo perché il codice sorgente è in genere disponibile solo per applicazioni interne. Nella figura seguente sono illustrate le opzioni di replatform disponibili per i database back-end dell'applicazione.


   Diagramma di flusso delle opzioni disponibili per la ripiattaforma dei database back-end dell'applicazione.

Le sezioni seguenti spiegano gli approcci di replatform per i database backend appartenenti a COTS o applicazioni interne.

Ripiattaforma di database backend per applicazioni COTS

Si consiglia di utilizzare un database Aurora se l'applicazione COTS supporta database open-source. L'utilizzo di un database open source aiuta a ridurre i costi di licenza e puoi anche utilizzare strumenti comeAWS Schema Conversion Tool(AWS SCT)eAWS Database Migration Service(AWS DMS)per ottenere un taglio ridotto con tempi di inattività minimi durante la migrazione.

Se la tua applicazione COTS non supporta database open source, ti consigliamo di rieseguire la piattaforma in un database commerciale su Amazon Relational Database Service (Amazon RDS), ad esempioAmazon RDS per OracleoAmazon RDS per Microsoft SQL Server. È necessario valutare le funzionalità del database utilizzate dalla tua applicazione e assicurarti che siano supportate in Amazon RDS prima di iniziare la migrazione. Per ulteriori informazioni, consultaLimiti di utilizzo con istanze di database di Microsoft SQLnella documentazione di Amazon RDS.

È inoltre possibile utilizzare le licenze di database rimanenti ed eseguire database commerciali autogestiti su istanze EC2. Se scegli questo approccio, ti consigliamo di iniziare il processo di verifica della licenza con il fornitore del database. Una volta completato il processo di verifica della licenza, è necessario progettare una soluzione di database autogestita su Amazon EC2 per l'obiettivo RTO (Recovery Time Objective) richiesto dall'applicazione o dall'obiettivo del punto di ripristino (RPO).

Infine, si consiglia di rieseguire la piattaforma di applicazioni COTS sensibili alla sicurezza e ad alte prestazioni che utilizzano database SQL Server su SQL Server in esecuzione su istanze Amazon EC2 Linux. Per ulteriori informazioni, consultaMigrazione dei carichi di lavoro Windows di SQL Server locali ad Amazon EC2 Linux.

Ripiattaforma di database backend per applicazioni interne

È possibile ridurre i costi di licenza del database e aumentare la scalabilità riformando i database back-end dell'applicazione internaAWSdatabase gestiti (ad esempioAmazon RDS per PostgreSQL,Amazon RDS per MySQL,Aurora, oppureAmazon DynamoDB).

I database gestiti AWS consentono di ridurre le attività amministrative ricorrenti per i database (ad esempio, l'esecuzione di backup o l'applicazione di patch di database e sistemi operativi). Se utilizzi le distribuzioni Amazon RDS Multi-AZ, puoi anche aumentare la disponibilità dell'applicazione evitando interruzioni dovute a guasti hardware del database. I database Multi-AZ vengono replicati continuamente in una zona di disponibilità diversa e l'applicazione esegue il failover trasparente sul database replicato durante le interruzioni.

È possibile utilizzareAWS DMSeAWS SCTper convertire database commerciali in Aurora e Amazon RDS.AWS SCTautomatizza il processo di conversione dello schema del database eAWS DMSconsente la replica dei dati dai database locali ad Amazon RDS.AWS DMSconsente inoltre di ottenere un taglio minimo dei tempi di inattività quando si eseguono la migrazione di applicazioni locali aAWSNuvola.